La Notte dei Falò di Nusco: appuntamento con la tradizione

Uno dei borghi piu belli dell’Irpinia e d'Italia si illuminerà a festa dal 17 al 19 gennaio 2020
di Redazione Ecampania.it - 02 Gennaio 2020

La Notte dei Falò illuminerà il borgo di Nusco, in provincia di Avellino, dove si rinnova l'appuntamento con la tradizione dal 17 al 19 gennaio 2020.

Come da consuetudine, la festa durerà tre giorni: le strade di uno dei borghi piu belli dell’Irpinia e d'Italia saranno animae da stand enogastronomici, aree spettacolo, musica e divertimento, mentre i ceppi saranno accesi in vari punti del paese per riscaldare l’atmosfera gelida del periodo.

Alcuni legano questa celebrazione a Sant’Antonio Abate, protettore degli animali e patrono della comunità contadina di Nusco, che viene da sempre raffigurato con accanto un porcellino e, spesso, anche con piccoli fuochi ai piedi o sullo sfondo. Proprio il fuoco, nei secoli, ha alimentato le leggende sul questa figura sacra: il miracoloso fuoco guaritore di Sant’Antonio ha aperto quindi la tradizione dei falò.

Per altri, la tradizione dei falò è legata alla concezione medievale del fuoco purificatore di anime, coscienze e corpi.

Una leggenda, inoltre, associa i falò di Nusco all'epidemia di peste che scoppiò nel 1656 in Irpinia e in tutto il Mezzogiorno, e che solo nel piccolo comune avellinese contò 1200 vittime. In quell'occasione, l’accensione dei falò servì a debellare l’epidemia ed evitare il propagarsi dell’infezione, ma anche per chiedere, in extremis, l’aiuto sacro di Sant’Antonio Abate.

Sta di fatto che la notte del 17 gennaio è una notte di mistero e magia, di suggestione e spettacolo, specialmente a Nusco, dove il "falò di Sant’Antuonu" diventa un miscuglio di fede e tradizione che, da secoli, richiama migliaia di persone da tutta la Campania, per una festa di paese che negli anni è divenuta una tappa obbligata nel panorama culturale prima ed enogastronomico.

Ecco il programma completo:

Venerdì 17 gennaio - Leuna (Legna)
ore 16.00 - Notte del Liceo Classico, incontro con l'autore Diego De Silva
ore 18.00 - Accensione dei bracieri e apertura stand enogastronomici
ore 18.30 - Diavolata, gruppi mascherati e musicali itineranti Virtuosi della Tarantella, Tarantella dell'Irpinia, Ragazzi in Folk di Nusco
ore 19.30 - Notte del Liceo Classico, degustazione ispirata al mondo antico: pane e formaggio
A seguire spettacolo a cura dei ragazzi del Liceo Classico: dallo spirito della danza Greca alla nostra tarantella
ore 21.00 - Concerti di Musica Folk popolare
Largo San Donato - Sfessania
Piazza De Santis - Rotarossa
San Donato - Folk in Progress
Trinità - Mix Armony
Piazza San Giovanni - Ritmo Popolare

Sabato 18 gennaio - Fuocu (Fuoco)
Dalle ore 10.00 alle ore 16.00 - Visite guidate info e prenotazioni Angela 3275568565
Dalle ore 12.00 apertura stand enogastronomici
ore 16.00 - Diavolata, esibizione dei bambini scuola di organetto di Nusco
ore 18.00 - Accensione dei Falò, trampolieri + mangiafuoco scatafunk artisti di strada
Dalle ore 18.00 - Gruppi mascherati e musicali itineranti Virtuosi della Tarantella, Tarantella dell'Irpinia, Ragazzi in Folk di Nusco
ore 21.00 - Concerti di musica Folk Popolare
Largo San Donato - Folk in Progress
Piazza De Santis - Odissea
Sant'Eustacchio - Rotarossa
San Donato - Ritmo Popolare
Trinità - Sfessania
Piazza San Giovanni - Mix Armony

Domenica 19 gennaio - Vrasa (Brace)
Dalle ore 9.00 - Salita al Montagnone a cura del Club Alpino Italiano di Nusco, info e prenotazioni Giovanni 3331835268 si accettano prenotazioni entro giovedì 16 gennaio 2020
Dalle ore 10.00 alle ore 16.00 - Visite guidate info e prenotazioni Angela 3275568565
Dalle ore 10.00 Diavolata, gruppi mascherati e musicali itineranti Scatafunk, Virtuosi della Tarantella, Tarantella dell'Irpinia, Zompa Cardillo, Ragazzi in Folk di Nusco
Dalle ore 12.00 - Apertura stand enogastronomici e degustazione prodotti tipici
Le attività in programmazione termineranno alle ore 17.00 circa.

avellino Data/e: da 17 Gennaio 2020 a 19 Gennaio 2020 Telefono: 3277939080 La pagina Facebook de La Notte dei Falò di Nusco