Alma Memoria. Le foto dell'opera di Francisco Basoletti a Somma Vesuviana

Dal luglio 2018, il borgo di Casamale custodisce un’idea di bellezza e di speranza
di Marina Indulgenza - 21 Novembre 2019

Il borgo di Casamale, antico centro storico di Somma Vesuviana, circondato da mura di epoca aragonese – da cui il toponimo tuttora in uso “Terre Murate” – conserva, ancora oggi, il suo impianto medievale fatto di viuzze strette e archi, abbellite da imponenti portali e basamenti di piperno, su cui si affacciano interessanti elementi architettonici.

Proprio in una di queste piccole strade, precisamente in via Troianiello, dal 26 luglio del 2018, sulla parete di una palazzina situata a poche centinaia di metri dalla Chiesa Collegiata del borgo, si trova un’opera dello street artist argentino Francisco Bosoletti che custodisce un’idea di bellezza e di speranza.

Il titolo scelto per questo lavoro è “Alma Memoria”.

Alma come anima, soffio vitale e principio immateriale che dà la vita, e che, in questo caso, diventa attributo della Memoria. La memoria è alma/anima del legame tra il passato e il presente, restituisce alla luce il dipinto e alimenta le speranze di un’intera collettività.

Il progetto è stato possibile grazie alla co-operazione di Tramandars (Bar Vernillo, Treqquarti Summae Civitas e O’Vascio Room Gallery), l’ARCI, il Borgo Onlus, Baccalà-food experience, e l’associazione Festa delle Lucerne.

Si irngrazia "Uvè” wine bar e caffetteria per averci consentito di scattare le foto dall'alto.

napoli