Campania bellezza del Creato. Da libro a mostra fotografica

Il fotoreporter Giuseppe Ottaiano esporrà gli scatti tratti dal suo ultimo lavoro editoriale
di Redazione Ecampania.it - 12 Marzo 2019

A partire da giovedì 14 marzo 2019, Giornata Nazionale del Paesaggio, presso la Basilica dell'Incoronata Madre del Buon Consiglio e Regina della Cattolica Chiesa di Napoli, Giuseppe Ottaiano - fotoreporter appassionato della Campania e direttore artistico della storica Agenzia di Comunicazione SEMA - esporrà le foto tratte dal suo ultimo lavoro editoriale “Campania bellezza del Creato(Iemme Edizioni).

Il vernissage, in programma alle ore 17.00, vedrà la partecipazione oltre che dell’autore, di Maddalena Venuso, editor della pubblicazione e di Antonio Bottiglieri, presidente della Scabec.

L’esposizione sarà ospitata, fino al 25 marzo 2019 – dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 18.00 e la domenica dalle 10.00 alle 14.00 – presso l’Ipogeo della Basilica dell'Incoronata Madre del Buon Consiglio e Regina della Cattolica Chiesa di Napoli e sarà accessibile gratuitamente a tutti i visitatori.

Attraverso le immagini presentate nel volume “Campania bellezza del Creato”, Giuseppe Ottaiano racconta la bellezza della regione, sia essa opera del Creato o dell’Uomo, per meravigliare e suscitare il desiderio di conoscere.

L’autore, infatti, ha viaggiato lungo tutto il territorio regionale, per scoprirne e ri-scoprirne angoli nascosti, siti noti da osservare da nuovi punti di vista, monumenti storici e artistici e opere dell’uomo da contemplare al pari di paesaggi naturali unici al mondo.

La mostra fotografica, figlia di “Campania bellezza del Creato”, risulta articolata nelle medesime sei sezioni in cui è suddivisa la pubblicazione: “Mare e Coste”, “Fiumi e Laghi”, “Paesaggio Naturale”, “L’opera dell’Uomo”, “Terra e Ruralità”, “Cammini di Fede”.

Ogni sezione è composta dalle 12 alle 40 fotografie, che documentano il personale viaggio dell’autore attraverso la maggioranza dei comuni della regione, quasi una mappatura iconografica della Campania.

La mostra si compone anche di video-proiezioni multimediali.