Il Paradisiello, l'orto dei nobili di Napoli

Sabato 15 febbraio 2020, una passeggiata narrata con l’Associazione culturale locus iste
di Redazione Ecampania.it - 11 Febbraio 2020

Sabato 15 febbraio 2020, l’Associazione culturale locus iste propone una passeggiata narrata a Napoli che, partendo da via Michele Tenore, si snoderà lungo via Veterinaria fino a vico Paradisiello.

Una vera e propria ascensione che avrà inizio dalla francescana Chiesa di Santa Maria degli Angeli alle Croci, eretta nel 1581 dai Frati Osservanti e rimodernata dal 1639 su disegno di Cosimo Fanzago, che si caratterizza per un raffinato uso della bicromia, il monumentale altare maggiore, lo spettacolare pulpito, gli eleganti reliquiari e alcune superstiti statue lignee. 

Si salirà, quindi, verso quel piccolo paradiso terrestre stretto tra scale, orti e giardini, che non sempre si riesce  immediatamente ad intercettare conosciuto come Paradisiello.

Centocinquanta scalini che separano la “rumorosa città” di Matilde Serao da atmosfere lente, paesaggi e presenze inaspettate. Palazzi nobiliari ed edifici rurali si inerpicano su per la collina che si avvolge su se stessa, come in un girone dantesco.

Così si prosegue, spinti dalla curiosità di sapere fin dove si potrebbe arrivare. E una volta giunti in cima ci sarà la sorpresa di poter abbracciare con lo sguardo la città sottostante, scoprirne le imponenti emergenze architettoniche e l’antica mai sopita vocazione agreste di questo luogo.

Nel giardino di Celesta e Svenja si potranno infatti acquistare, al momento, i prodotti della terra a km zero che proprio in quest’area vengono coltivati. 

Si consiglia di indossare scarpe basse e antiscivolo.

L'appuntamento è alle ore 10.15 in Via Michele Tenore angolo Via Foria, nei pressi del Ristorante Corrado.