Torna fruibile Villa Regina a Boscoreale

Si tratta dell’unica villa rustica scavata interamente presente sul territorio vesuviano
di Alessandra Randazzo - 18 Settembre 2019

Villa Regina a Boscoreale, in provincia di Napoli, è l’unica villa rustica scavata interamente presente sul territorio vesuviano.

Fu scoperta nel 1977, a seguito di lavori edilizi, e poi riportata alla luce grazie a numerose campagne di scavo concluse intorno agli anni ’80.

La vila si compone nella sua struttura di vari ambienti disposti sui tre lati di un cortile scoperto con presenza di celle vinarie per la produzione di vino.

Proprio in una di queste furono scoperti diciotto dolia che, presumibilmente, conservavano il prezioso liquido.

All’interno dell’edificio è, inoltre, possibile vedere alcuni calchi degli infissi in legno di porte e finestre, il torcularium con i calchi del torchio ligneo ed i fori e pezzetti per il suo ancoraggio al suolo, la vasca di premitura degli acini ed il contenitore per la raccolta del mosto.

La villa presentava anche un piano superiore che è databile, nel suo impianto originario, al I secolo a.C. Successivamente, fu ampliata in almeno due fasi durante l’età augustea e giulio-claudia.

Nel portico venne trovato, durante uno scavo, un carro da trasporto di cui restano i solchi lasciati dalle ruote nel terreno.

Di particolare importanza è anche l’area circostante la villa costituita da terreno agricolo datato al 79 d.C. che ha conservato le tracce delle antiche coltivazioni e da cui sono stati tratti i calchi delle radici di vite.

Accanto a queste, un grande lavoro di recupero è stato fatto ripiantando le viti per la ricostruzione dimostrativa dell’impianto del vigneto.

In occasione delle aperture serali in programma fino al 12 ottobre 2019, nel prezzo d’ingresso all’Antiquarium sarà compresa anche la visita a Villa Regina.

napoli Data/e: 20 Settembre 2019