La Domus di Leda e il Cigno dai nuovi scavi della Regio V

Affreschi raffiguranti miti classici, carichi di sensualità, riemergono dalla Casa
di Redazione Ecampania.it - 25 Novembre 2019

La Domus di Leda e il cigno è stata rinvenuta lungo via del Vesuvio, durante gli interventi di messa in sicurezza e riprofilamento dei fronti di scavo. La casa prende il nome dal raffinato affresco presente in un cubicolo (stanza da letto). 

La scena piena di sensualità rappresenta il congiungimento tra Giove, trasformatosi in cigno, e Leda, moglie di Tindaro re di Sparta. Dal doppio amplesso, prima con Giove e poi con Tindaro, nasceranno, fuoriuscendo da uova, i gemelli Castore e Polluce (i Dioscuri).

foto di Gianluca Buonocore

La Domus di Leda e il Cigno dai nuovi scavi della Regio V - foto Gianluca Buonocore
La Domus di Leda e il Cigno dai nuovi scavi della Regio V - foto Gianluca Buonocore
La Domus di Leda e il Cigno dai nuovi scavi della Regio V - foto Gianluca Buonocore
La Domus di Leda e il Cigno dai nuovi scavi della Regio V - foto Gianluca Buonocore
La Domus di Leda e il Cigno dai nuovi scavi della Regio V - foto Gianluca Buonocore
La Domus di Leda e il Cigno dai nuovi scavi della Regio V - foto Gianluca Buonocore
La Domus di Leda e il Cigno dai nuovi scavi della Regio V - foto Gianluca Buonocore
La Domus di Leda e il Cigno dai nuovi scavi della Regio V - foto Gianluca Buonocore
napoli