La semina della Cipolla di Vatolla

Appuntamento con la tradizione domenica 19 gennaio 2020 nel borgo in provincia di Salerno
di Redazione Ecampania.it - 10 Gennaio 2020

Domenica 19 gennaio 2020, l’epica narrazione relativa alla cipolla di Vatolla, cittadina in provincia di Salerno, rivivrà simbolicamente nell’evento della “Semina della Cipolla di Vatolla”, in programma alle ore 11.00 presso il centro storico.

Vatolla, meta prescelta da filosofi e studiosi, è un antico borgo medievale che ospitò lo studio di Giambattista Vico e sulle cui terre cresce un tesoro della Dieta Mediterranea e della biodiversità del Cilento.

La cipolla di Vatolla, infatti, oltre ad essere uno tra i più pregiati prodotti tipici tradizionali della Regione Campania, è un ecotipo coltivato nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Probabilmente il bulbo originario era custodito da Monaci Basiliani che, in fuga da Bisanzio nell’VIII secolo D.C. per l’Editto Iconoclasta di Leone III, dopo aver vagato a lungo nell’Italia Meridionale, giunsero nel
Cilento. Qui, tra le vaste aree boschive di Vatolla trovarono un particolare microclima e così decisero di piantare i preziosi semi.

Dalla raccolta ottennero bizzarre cipolle a forma di trottola o affusolate dalla scarsissima pungenza e dal profumo delicato. Molto digeribili, furono utilizzate in ricette povere.

Nel corso della semina, la cui tradizione si è mantenuta viva, si accendono tre falò per riscaldare i contadini. Ciò simboleggia l’infusione di luce nuova a tutta la natura, soprattutto ai campi di cipolle.

Di seguito il programma della giornata

Appuntamento alle ore 11.00 presso il borgo di Vatolla (area parcheggio)
Partenza delle navette per i campi arati
Semina e messa a dimora delle giovani piantine
In programma canti popolari, poesie da lavoro, narrazioni dei contadini, degustazioni e spettacoli

Si consiglia la prenotazione.