A Pignataro Maggiore torna la Sagra degli Antichi Sapori

Dal 6 al 10 luglio, cinque giorni dedicati al cibo genuino e alla solidarietà

A Pignataro Maggiore, in provincia di Caserta, torna la Sagra degli Antichi Sapori: cinque giorni dedicati al cibo (col trionfo dei sapori e profumi della tradizione dell’Agro Caleno) ma anche alla solidarietà.

L’atteso appuntamento si svolgerà a partire da giovedì 6 luglio e fino a lunedì 10, quando in località Partignano – in Via Aldo Moro – aprirà i battenti la XX edizione della manifestazione ideata e promossa dall’associazione “Insieme per l’Unità dei Popoli” che darà la possibilità di degustare cibi genuini e una selezione di piatti che valorizzano le tipicità agroalimentari del territorio dell’Agro Caleno.

Nelle cinque serate di apertura degli stands si potranno degustare tra le tante specialità: “pettole e fagioli” (pasta fatta rigorosamente a mano dalle volontarie i giorni che precedono l’evento), il tradizionale soffritto, la Porchetta di Ariccia, “i guanti” (dolce tipico dell’Agro Caleno fatto rigorosamente a mano dalle volontarie durante l’evento), l’immancabile mozzarella di bufala ed i formaggi, gli “arrosticini” di pecora, “mugnoli e salsiccia”, le pizze fritte e al forno, tra i dolci anche la “pizza figliata” con noci e miele secondo l’antica ricetta e tanti altri piatti della tradizione, tutti serviti ai piedi della fresca collina di San Pasquale accompagnati dall’ottimo vino locale e da fiumi di birra.

Ufficializzato anche il programma degli artisti che si esibiranno dal 6 al 10 Luglio: giovedì sera quartetto “Sonorità Napoletane”; venerdì sera “Tribunal New Band”; sabato sarà la volta dei “Due Quarti”, domenica “Dissolute” e lunedì “Live Band Bartolo Valerio”.

Tra stands espositivi e dimostrativi, giochi e balli di piazza, concerti e musica popolare si potranno trascorrere piacevoli serate all’insegna della solidarietà attiva.

L’Associazione collabora da anni attivamente con la ONG internazionale AZIONE PER UN MONDO UNITO (AMU), che promuove e gestisce materialmente, insieme alla gente del posto, concreti e duraturi piani di sviluppo. I proventi della manifestazione saranno infatti devoluti al finanziamento del progetto dell’AMU (www.amu.it) “Acqua Fonte di Vita e Sviluppo a Ruyigi” in Burundi, che riprodurrà l’esperienza di quello già realizzato sulle impervie colline di Rukanda, nel Comune di Bururi, dove è stato costruito un acquedotto che garantisce l’approvvigionamento di acqua potabile alle popolazioni locali che ne erano prive, assicurando igiene e possibilità reali di affrancamento da una vita priva anche dell’essenziale.

Le ampie aree parcheggio renderanno pili agevole la partecipazione ad una manifestazione che ogni anno gode della presenza di migliaia visitatori provenienti da tutta la regione Campania e non solo.

Event Details
Cerca Evento