Napoli. Teatro San Carlo a luglio tre spettacoli in Piazza del Plebiscito

Dalla Regione Campania uno stanziamento di 10 milioni di euro

La Tosca di Giacomo Puccini, l’Aida di Giuseppe Verdi e la nona sinfonia di Ludwig van Beethoven in Piazza del Plebiscito a Napoli. Saranno tre gli appuntamenti di una inedita stagione lirica estiva. Appuntamento dal 23 al 31 luglio 2020, con un palco allestito per rispettare le regole sul distanziamento sociale.

LA PRIMA CON IL COMPARTO OSPEDALIERO. La prima tappa, domenica 19 luglio alle ore 21.00 e sabato 25 luglio alle ore 20.15, sarà in Piazza del Plebiscito con “Prove Aperte”, due serate dedicate al comparto ospedaliero con Tosca di Giacomo Puccini e Aida di Giuseppe Verdi. La “prova generale come “anteprima” in omaggio a medici ed infermieri in prima linea durante l’emergenza Covid.

Il Teatro di San Carlo, come segno di gratitudine per il lavoro svolto nel fronteggiare questo difficile periodo, sul palcoscenico all’aperto di circa 1500 metri, accoglierà gratuitamente circa 1.000 sanitari delle Aziende Ospedaliere della Regione Campania.

I CONCERTI IN PIAZZA DEL PLEBISCITO. Si inizierà giovedì 23 e domenica 26 luglio 2020 ore 20.00 con la Tosca di Giacomo Puccini. Protagonista per la prima volta a Napoli il soprano Anna Netrebko, l’ultima diva della musica lirica nel mondo, nei panni di Tosca. Al suo fianco, Yusif Eyvazov nei panni di Mario Cavaradossi e Ludovic Tézier in quelli del Barone Scarpia. Sul podio il direttore musicale Juraj Valčuha.

Martedì 28 e venerdì 31 luglio ore 20.00 spazio all’Aida di Giuseppe Verdi con Anna Pirozzi nel ruolo di Aida, Jonas Kaufmann in quello di Radamès e Anita Rachvelishvili sarà Amneris. Claudio Sgura interpreteràAmonasro e Roberto Tagliavini sarà Ramfis. Dirige l’Orchestra e Coro del Teatro San Carlo Michele Mariotti.

Giovedì 30 luglio ore 21.00 in Piazza del Plebiscito Juraj Valčuha dirigerà la nona sinfonia in re minore, Op. 125 “Corale” di Ludwig van Beethoven, con il soprano Maria Agresta, il mezzosoprano Daniela Barcellona, il tenore Antonio Poli e il basso Roberto Tagliavini.

Il Concerto, che il San Carlo con la Regione Campania proporrà di trasmettere in Eurovisione, è simbolo di rinascita civile in questa difficile fase storica.

Intanto il presidente della Regione, Vincenzo De Luca ha assicurato il “pieno sostegno al teatro e alle maestranze, con la conferma dei finanziamenti per oltre 10 milioni di euro. Nei prossimi giorni presenteremo il progetto della Regione per il San Carlo nel quale impegniamo 5 milioni di euro, e che prevede questa estate una serie di iniziative di grande qualità concentrate a Napoli, ma anche in tutti i territori della Campania”.

Foto
Dettagli
Cerca Evento