Salerno celebra la Fiera del Crocifisso Ritrovato

L’edizione del trentennale si terrà dal 28 aprile al 1 maggio 2022

Dopo il forzato stop dettato dalla pandemia, torna nel centro storico di Salerno la Fiera del Crocifisso Ritrovato. L’edizione 2022, quella del trentennale, si terrà da giovedì 28 aprile a domenica 1 maggio.

“Ripartiamo dalla storia”: questo lo slogan scelto per questa edizione, in linea con la ripartenza. Come sempre la Fiera si svolgerà nelle strade, i vicoli e le piazze del Centro storico di Salerno.

Si comincia il 28 aprile, prima del tramonto alle ore 17.30 in piazza Portanova, con l’arrivo dello spettacolare corteo storico, gli artisti di strada e il “fine dicitore”, Gianluca Foresi, noto per le sue capacità di raccontare oralmente in rima, come nella migliore tradizione delle corti medievali.  Durante i  quattro giorni della kermesse, nei vicoli e nelle piazze della parte antica della città si faranno rivivere la cultura, le tradizioni, i cibi, i giochi, i profumi, i colori, gli abiti e le atmosfere del mondo medievale. La manifestazione, ideata da Peppe Natella, è giunta al traguardo dei 3 decenni di vita, facendo registrare ad ogni edizione numeri da record in termini di presenze. Nel nome del suo ideatore, la Fiera continua con la direzione organizzativa della figlia Chiara e dell’intera famiglia Natella.Saràun vero e proprio tuffo nel passato tra mercati medievali, rievocazioni storiche, attrazioni, artigianato, degustazioni, mostre, momenti di spettacolo e monumenti aperti. Diversi i siti del centro storico interessati, centinaia gli artisti di strada: per ricreare il clima medievale ci saranno menestrelli, saltimbanchi, giocolieri, trampolieri, mangiafuoco, giullari, cantastorie, artisti di strada, statue viventi. Insieme al patrocinio morale di Regione Campania, Camera di Commercio, Provincia di Salerno e Ministero della Cultura, diverse sinergie: Fondazione della Comunità Salernitana, mercato Marchesa, Associazione Erchemperto.

La firma di Gianluca Foresi, Maestro di fiera e delle arti

La regia della Fiera del Crocifisso è di Gianluca Foresi, meglio conosciuto come “Il giullar cortese”. L’attore e regista orvietano, che da più di 20 anni si esibisce all’interno delle maggiori rievocazioni storiche internazionali, è il maestro di Fiera e delle Arti, coordina con una grande regia l’insieme degli eventi spettacolari nella coerenza del contesto storico medievale. Foresi, che ispirandosi alla tradizione medievale dello joculator latino e del jongleur francese, ha reinventato il personaggio del giullare in chiave moderna, darà tutto il suo contributo in termini di professionalità.

Un passaporto per il Medioevo: la tessera del pellegrino e la moneta della fiera in regalo

Così come ai pellegrini medievali veniva rilasciato l’attestato del cammino compiuto e come ancora oggi per chi percorre il Cammino di Santiago de Compostela, i visitatori che compiranno l’intero percorso della Fiera del Crocifisso Ritrovato, facendosi vidimare una speciale tessera che sarà distribuita loro, riceveranno in omaggio la moneta commemorativa della Fiera, battuta a caldo nella zecca allestita ad hoc negli stand.

I Falconieri del re: l’arte riconosciuta dall’Unesco

Alla Fiera interverranno per la prima volta “I Falconieri del Re”, che con falchi, aquile e poiane, faranno apprezzare la bellezza dei rapaci ed i voli acrobatici e imprevedibili che questi effettuano. Nel 2010 l’Unesco ha riconosciuto la Falconeria come Bene Immateriale dell’Umanità. Si tratta di un’arte che vide nel colto sovrano medievale Federico II di Svevia un grande estimatore, tanto da portarlo a scrivere un trattato che è ancora oggi un capolavoro: “Il de arte venandi cum avibus”, l’arte di cacciare con gli uccelli, che contempla le abitudini e le caratteristiche di centinaia di specie di uccelli ed è corredato da ricche miniature. Nel massimo rispetto degli animali, I Falconieri del Re si prefiggono di “comunicare la conoscenza il più approfondita possibile nei confronti dei rapaci e del rapporto che l’uomo riesce a costruire con essi, visto il magnetismo che essi suscitano negli uomini, cosi da ottenere anche da parte del pubblico un grande rispetto nei loro confronti”.

I Giullari del Diavolo

Compagnia artistica di livello internazionale, dopo aver portato i suoi spettacoli in varie parti del mondo (Messico, Cile, ex Yugoslavia, Mozambico, Brasile, Bolivia, India, Nepal, Paraguay, Kossovo, Laos, Cambogia, Amazzonia Etiopia, Tanzania, Sri Lanka ecc.), approdano ora, per la prima volta, a Salerno. Propongono spettacoli comici che catturano l’attenzione degli spettatori, coinvolgendoli in un viaggio dove il virtuosismo della giocoleria si accompagna alla parodia e all’improvvisazione comica. Abilissimi attori, saltimbanchi e giocolieri, creano un’atmosfera di divertimento e trasgressione.

Il Drago bianco nelle spire del fuoco

Per la prima volta approda a Salerno l’artista di strada e performer siciliano conosciuto con il nome d’arte “Il drago bianco”. È specializzato nella manipolazione  del fuoco e dei metalli, fino a creare con le fiamme un vero e proprio spettacolo della meraviglia.Come nelle antiche leggende di magia il fuoco si accende, in una danza rituale che riporta l’uomo in contatto con la Terra, con la natura e con i suoi elementi. Il suolo cosparso di fiamme e faville lanciate in aria, il fuoco colorato che assume nuove forme. A piedi nudi fra la paura e l’audacia.

Un racconto di Diego De Silva in scena per rievocare il passato

Dal 28 aprile al 1 maggio, a sant’Apollonia ci sarà la possibilità di fruire del racconto in palcoscenico di Diego De Silva: “Angeli moralisti” Con Ludovica Sguazzo e Amelia Imparato. Regia Andrea Carraro (Per info e prenotazioni www.postoriservato.it)

La storia attraverso la vita quotidiana

Partecipare alla Fiera del Crocifisso Ritrovato è un’esperienza che vale come una intensiva lezione di storia. Buona parte della didattica è stata concentrata in piazza Tempio di Pomona. Gli alunni dell’Istituto “Trani – Moscati” di Salerno, invece, con i loro disegni e i loro modelli, faranno conoscere l’abbigliamento e la moda del Medioevo.

Benvenuti in Piazza Grande: il mercato di mille anni fa

In Piazza Abate Conforti rivivrà l’appuntamento centrale della vita socio-commerciale del Medioevo: il mercato con merci e mestieri di un tempo:: i battimoneta, il lavoro in presa diretta dei cordari, il tornio e la lavorazione dell’argilla, il tombolo macramè, la piccola tessitura, amanuense, la distillazione dei profumi, la filatura della lana, il cestaio, la ceramica, le pietre antiche.

I giochi quotidiani del Medioevo

Sempre in piazza Abate Conforti, rigorosamente in legno, verranno proposti i giochi del Medioevo, ricostruzioni accurate dei passatempi semplici e ingegnosi che si facevano intorno all’anno mille, coinvolgendo adulti e bambini in attività ludiche che richiedevano anche abilità logiche e consentivano di trascorrere il tempo in momenti di grande aggregazione. I giochi sono a fruizione gratuita.

Come dentro un quadro i Tableau Vivant di Teatri 35

Oltre ai celebri quadri di Caravaggio, proposti da Teatri 35 di Napoli, specializzati nella tecnica del tableau vivant, saranno offerte delle rappresentazioni inedite, appositamente per gli spettatori della Fiera.  I tableaux vivants, comunemente detti quadri viventi, mettono in scena attori, modelli o danzatori che diventano attrezzi e scenografi della messa in scena, ricreando ed evocando quadri o immagini celebri.

La cucina quotidiana dell’Anno Mille

Si potranno degustare anche le pietanze del tempo, con gli allievi dell’Ipseoa, l’Istituto Alberghiero Virtuoso di Salerno che prepareranno piatti della cucina medievale. Le degustazioni ci saranno sia in Largo Barbuti che presso il ristorante dell’istituto nei locali della Barra, accanto al Crescent.

Il Programma dettagliato

Giovedì 28 aprile 2022
17:30 Partenza Corteo Storico lungo le vie del centro storico
18:30 Arrivo del corteo Storico a Piazza Portanova
18:45 Introduzione del maestro di fiera
Saluti istituzionali
19:00 Sbandieratori e Musici Città Regia di Cava de’Tirreni
19:15 Acrobati del Borgo
19:25 Danze storiche Il Contrapasso
19:30 Giullari del Diavolo
19:40 Giullar Leo
19:50 Le Muse del Diavolo

PIAZZA POMONA
20:45 Giullar Leo
21:00 Danze storiche Il Contrapasso
21:15 Giullari del Diavolo
21:30 Le Muse del Diavolo
21:45 Acrobati del Borgo

MUSEO DIOCESANO
22:00 Teatri 35 – Per Grazia Ricevuta, tableaux vivants dall’opera di Caravaggio

ANIMAZIONI ITINERANTI

VENERDÌ 29 APRILE
PIAZZA POMONA
21:00 Acrobati del Borgo
21:15 Le Muse del Diavolo
21:30 Giullar Leo
21:50 Errabundi – Musici
22:00 Giullari del Diavolo

DURANTE LA GIORNATA ANIMAZIONI ITINERANTI

SABATO 30 APRILE
PIAZZA PORTANOVA
18:00 L’arte della Falconeria I Falconieri del re
PIAZZA POMONA
21:30 Le muse del Diavolo
21:45 Giullar Leo
22:10 I falconieri del re Rapaci Notturni
22:30 Giullari del Diavolo

PIAZZA PORTANOVA
23:00 Il Drago Bianco: Magma

DURANTE LA GIORNATA ANIMAZIONI ITINERANTI

DOMENICA 1 MAGGIO
PIAZZA PORTANOVA
18:15 L’arte della Falconeria – I Falconieri del re
18:45 Le muse del Diavolo
19:00 Acrobati del Borgo

PIAZZA POMONA
21:00 Giullar Leo
21:15 Errabundi – Musici
21:30 Le muse del Diavolo

PIAZZA PORTANOVA
21:30 Salutar la festa
22:00 Gran Finale della Fiera
Il Drago Bianco: Magma
Spettacolo di fuoco

DURANTE LA GIORNATA ANIMAZIONI ITINERANTI

PASSEGGIATE a cura di Erchemperto
SABATO 30 APRILE 10,00 “Alla scoperta dei luoghi di Barliario” partenza dal Presepe di Carotenuto
DOMENICA 1 MAGGIO 10,00 La presa del Castello Itinerario, partenza dal Comune di Salerno ripercorrendo il centro storico si giungerà al Castello Arechi Per prenotazioni 089 252423

EVENTI

28 APRILE – 1 MAGGIO
Largo San PetrilloFARE MEDIEVALE rievocazione mercati medievale e banchi didattici

Largo Abate Conforti – ARS MERCATORUM rievocazione mercati medievale-intrattenimento ludico con antichi giochi

Convitto Nazionale T. Tasso e sede ass. F. Trani Piazza Pomona-Duomo

Hobbisti e artigiani Convitto Nazionale T. Tasso e sede ass. F. Trani

Piazza dei Barbuti La Locanda medievale a cura Ipseoa Roberto Virtuoso – Salerno

Piazza Sant’Agostino Mercato Marchesa Workshop

30 APRILE – 1 MAGGIO

San Pietro a CorteRievocazione storica e longobarda esposizione banchi didattici a cura di Gens Langobardorum

ESPOSIZIONI E MUSEI APERTI
• Giardino della Minerva apertura ore 9.30 – 19.00
• Museo Virtuale Scuola Medica SalernitanaApertura straordinaria dal giovedì alla domenicaore 17.00 / 20.00 Visita in costume su prenotazione al 347.9296504 venerdì ore 18.00
• Museo Roberto PapiApertura da giovedì al sabato 9.30/13.00 – 16.30/19.30Domenica 10.00 / 13.00Visita guidate in costume d’epoca su prenotazionesabato 30 ore 18 e ore 21 su prenotazione al 347.9296504
• Sala San LazzaroPresepe dipinto di Mario CarotenutoApertura: ore 10.00 – 20.00
• Archivio di StatoAperto 28 e 29 dalle 9.00 alle 18.00 – 30 aprile dalle 9,00 alle 13.00
Museo Archeologico Provinciale e Pinacoteca ProvincialeAperto 28, 29 e 30 aprileApertura: ore 9.00 / 22.00
• Museo Diocesano Ingresso ore 9.00 – 13.00
• S. Maria della Lama a cura di Touring Club Italiano dalle ore 17.00 alle 20.00Domenica primo Maggio dalle 10.00 alle 13.00
• Complesso monumentale di San Pietro a CorteApertura: ore 10.00 – 18.00
• Chiesa di San Pietro a Corte (Cappella Palatina) a cura di Gruppo Archeologico Salernitanoore 10.00-13.00 / 17.00-21.00
Ristorante didattico al “Virtuoso” 346.5316516

DAL 28 APRILE AL 1 MAGGIO Racconto in palcoscenico di Diego De Silva: “Angeli moralisti” Con Ludovica Sguazzo e Amelia Imparato. Regia Andrea Carraro Per info e prenotazioni www.postoriservato.it

VENERDÌ 29 APRILE

17:00 ARCO CATALANO Ri-evocare medioevo
Intervengono:
Dott. Luca Borsa Rievocazione Storica: Ricostruzione per la divulgazione
Raffaella Lembo La danza nel contesto della festa tra Medioevo e Rinascimento
Guido Pagliano Musica e strumenti antichi tra cortei, esibizioni, giochi e spettacoli 21:00 “L’homme armé: il Guiscardo”

Concerto Maestro Pagliano e letture Brunella Caputo – Davide Curzio
MUSEO DIOCESANO DALLE 18:00 ALLE 21:00
Scuola di disegno a cura del centro di formazione Mu.Di.Sa
Il corso è per adulti ed adolescenti dai 15 anni in su libero, gratuito e senza prenotazione

SABATO 30 APRILE
18:30 SANTA MARIA DELLA LAMA
Il porto di Salerno tra Barliario e Giovanni Da Procida
La Fiera Mercantile di Salerno
Avv. Alfonso Mignone Presidente The International Propeller Club Port of Salerno
Salerno: porto – emporio e mercato “franco” nel Mediterraneo
Prof.ssa Amalia GaldiOrdinario di Storia Medievale Università degli Studi di Salerno
Don Michele PecoraroParroco Cattedrale Primaziale di Salerno Origini del Culto di San Matteo

17:00 CHIESA SANT’AGOSTINO
Presentazione storia illustrata con la casa editrice Saremo Alberi
“La Madonna che viene dal Mare”
Don Felice Moliterno, testi Marco Pio D’Elia, Illustratrice Odïle

Dettagli
  • Inizio
    Aprile 28, 2022 6:00 pm
  • Fine
    Maggio 1, 2022 11:00 pm
  • Status
    Terminato
  • Categoria
  • Indirizzo
    Salerno
Cerca Evento