Seconda edizione di Napoli Unplugged

Dal 26 gennaio al 22 marzo 2024 presso l’Auditorium “Porta del Parco”. Sul palco, Dadà, Gnut, Di Bella e Graziano

Napoli Unplugged si svolgerà dal 26 gennaio al 22 marzo 2024 presso l’Auditorium “Porta del Parco” di Bagnoli, in Via Diocleziano, 341. Organizzata dall’Associazione Culturale Brodo E.T.S., con la direzione artistica di Viola Bufano. L’iniziativa è realizzata con il contributo del Comune di Napoli nell’ambito del progetto “Napoli Città della Musica”.

La rassegna prevede quattro appuntamenti musicali il venerdì sera, e avrà come “focus” alcuni tra i più importanti cantautori della scena musicale napoletana, in versione “unplugged”. In particolare, saranno ospiti della seconda edizione di Napoli Unplugged i seguenti artisti: DADA’, Gnut, Francesco Di Bella, Francesco Forni e Ilaria Graziano.

VENERDI’ 26 GENNAIO – DADA’
DADA’ è una cantautrice che unisce cultura napoletana e world music con contaminazioni club ed elettroniche. La musica di DADA’ palpita di diverse contaminazioni sonore e identitarie: rappresenta con eleganza e forza espressiva momenti comuni, vicini a tutti, ma da angolazioni personali e talvolta teatrali.Tema centrale del suo lavoro artistico è la dualità, che DADA’ estremizza e sgretola per rendere tutto plurale, ambiguo, ricco, diverso, fluido. Pulcinella, la maschera per eccellenza maschile e femminile, in equilibrio tra bene e male, riso e malinconia, è qui simbolo di una gravidanza di possibilità. Dopo una profonda trasformazione interiore, la cantautrice compie il primo passo per avvicinarsi alla sua libertà teatrale e lo fa attraverso un simbolo molto potente di trasformazione, ovvero la gestazione, che la porta a una sudata, ma placida rivelazione. Cosı̀ come il carciofo va assaporato foglia dopo foglia per arrivarne al cuore, cosı ̀ il percorso di Dadà è stato graduale e sfocia in questo suo primo progetto ufficiale che ne rivela appieno l’anima artistica.

VENERDI’ 9 FEBBRAIO – GNUT
Cantautore napoletano che da anni calca le scene musicali seguendo il suo cammino, unico e personale; un songwriting che fa incontrare Nick Drake e Elliot Smith con la tradizione cantautorale italiana e la canzone napoletana di Roberto Murolo. Scrivere per sopravvivere, vivere per scrivere. Comporre e cantare è, per Gnut, cibo per l’anima. Creare canzoni come cura contro i mali di quest’epoca è diventato essenziale. Nun te ne fa’ è l’album che testimonia la raggiunta maturità artistica di un musicista, che dopo vent’anni di esperienze e contaminazioni musicali, trova un’unica e personalissima strada per veicolare il suo emozionate songwriting e il suo inconfondibile timbro vocale. Un coraggioso progetto d’insieme che conferma uno dei più raffinati esponenti del cantautorato italiano contemporaneo.

VENERDI’ 1° MARZO – FRANCESCO DI BELLA
Francesco Di Bella (Napoli, classe 1972) inizia la sua carriera artistica dando vita nei primi anni ’90 ai 24 Grana, band antesignana dell’alternative rock italiano, di cui è frontman e principale autore. Nel 1996 il gruppo firma un contratto discografico con La Canzonetta Records, e pochi mesi dopo l’album “Loop” sorprende positivamente la critica musicale nazionale per la freschezza con cui è in grado di fondere nuovi stili di musica, come il dub e il trip hop, a testi poetici e dalla forte carica sociale. I 24 Grana sono spesso invitati presso emittenti radiofoniche e televisive, la loro popolarità cresce in tutta la penisola e si trovano a condividere il palco con band del calibro di Afterhours, Verdena e Marlene Kuntz. Le performance di Francesco sono coinvolgenti ed energiche, il gruppo spopola nei club, nei centri sociali, tra festival nazionali e non solo, arrivando a suonare in Francia, Spagna, Slovenia, Inghilterra e Giappone. Insieme ai 24 Grana, “‘O Cardillo” scrive ed incide 8 album, di cui due ripresi dal vivo.

VENERDI’ 22 MARZO – FRANCESCO FORNI E ILARIA GRAZIANO
L’unione dei due artisti avviene grazie al loro esordio “From Bedlam to Lenane” (Goodfellas 2012), che mette insieme le esperienze di ognuno, creando un disco che viene acclamato dalla stampa come uno dei migliori episodi del 2012. From Bedlam to Lenane viene recensito dalle principali testate che ne sottolineano la straordinaria comunicatività, portando il duo in giro per l’Italia con oltre 80 concerti e aperture tra cui Alcatraz e Rock in Roma prima del concerto di Max Gazzè. Il disco vince il premio Marte Awards 2012 nella categoria “miglior disco 2012” nel gennaio 2013. Alcuni brani contenuti nel disco sono stati scelti come colonna Sonora di alcuni film di successo: “La strada” e “On y Va” sono contenute ne “L’arte della felicità” di Alessandro Rak. E poi ancora “Mad Tom Of Bedlam” contenuta nella commedia sentimentale “Maldamore”, “Love Sails”nel documentario “Revelstoke”. Il 5 dicembre 2013 arriva il secondo album, “Come2Me”. “Twinkle Twinkle” è il loro terzo disco, a tre anni di distanza dal precedente, scritto e concepito in tour, rappresenta il loro viaggio emotivo e il loro stato d’animo, aprendo uno spiraglio, una fessura da cui poter guardare dentro quei piccoli e sottili attimi di intimità.

Informazioni: L’ingresso è alle 20:30 e il concerto inizierà alle 21:00. Il costo del biglietto è di 10 euro a persona + d.d.p. I posti sono limitati. Si consiglia di effettuare l’acquisto in prevendita on-line per assicurarsi il posto e per facilitare le operazioni all’ingresso.

Event Details
  • Start Date
    Gennaio 26, 2024 8:30 pm
  • End Date
    Marzo 22, 2024 10:30 pm
  • Status
    Showing
  • Location
  • Category
Cerca Evento