Maurizio de Giovanni: “La quarantena per un lettore forte come me è un momento idilliaco”

La pandemia sembra aver acuito e rovesciato i luoghi comuni: ogni sentimento divisivo in questo momento va combattuto

“Ho preso l’abitudine di leggere con una colonna sonora che scelgo accuratamente di volta in volta: è un segreto che mi ha insegnato il mio amico Luigi Merolla, ex Questore di Napoli, che rende davvero più completa e godibile la lettura” – esordisce così Maurizio de Giovanni, lo scrittore, sceneggiatore e drammaturgo italiano raccontando a ecampania.it come sta trascorrendo questo periodo di quarantena.

Un momento, ma forse avremmo dovuto scrivere “napoletano”. Certo, perché in questo caso, il sinonimo non indica semplicemente la provenienza o il posto in cui si vive, ma una vera e propria appartenenza. E lui ne va davvero molto fiero.

La quarantena per un lettore forte come me è un momento idilliaco. Ho approfittato della reclusione forzata per tornare al mio “cazzeggio” letterario, visto che finalmente ho trovato il tempo di leggere cose diverse da quelle che mi servono per la scrittura dei miei libri (manuali di criminologia, libri sul linguaggio non verbale, dispense sul fascismo a Napoli), peraltro senza scrupoli” – ci racconta. “Mi spiego meglio: se trovo qualcosa di strano o di particolarmente poderoso o ponderoso nella mia libreria, che modestamente è molto fornita e che non ho mai avuto il tempo di leggere, affronto l’impresa, anche se ardua, nella consapevolezza che se non mi piacerà potrò mollare tutto senza rimpiangere il tempo perso, visto che ora di tempo ne ho”.

Oltre a definirsi orgogliosamente un lettore forte, Maurizio si definisce spesso un raccontastorie di storie: “Da un punto di vista professionale, sono stato sicuramente danneggiato, perché io attingo a piene mani dalla vita di ogni giorno. Ma fortunatamente pare che la quarantena sia agli sgoccioli e così potrò tornare alla mia Città, che racconta storie di continuo a chiunque voglia ascoltare.”

Numerosi sono stati i dibattiti in merito alla riapertura delle librerie, è evidente che anche l’editoria dovrà essere pronta e predisposta a nuovi scenari, il 70% degli editori sta attuando o programmando la cassa integrazione, i titoli in meno pubblicati nel corso del 2020 si stima che saranno 21.000: “Cambierà tutto, questo è certo. La riapertura delle librerie, in particolare, è prevista solo di mattina, per il momento, con una serie di condizioni fino a ieri inimmaginabili né potrà più darsi luogo, per un periodo molto lungo, ai consueti incontri con i lettori. Per ora ci facciamo aiutare da internet, facebook, zoom e simili. Ma dovremo organizzarci meglio”.

Intanto, rassicura i suoi lettori: “Una lettera per Sara uscirà il 19 maggio. Oramai la data sembra definitiva”.

Quel legame viscerale che Maurizio nutre nei riguardi della sua città, nel bene e nel male, non gli permette di stare zitto, di conseguenza, non si risparmia quando si tratta della sua Napoli. Purtroppo, come è noto a tutti, nemmeno un evento così drammatico e faticoso, ha messo a freno i pregiudizi, spaccando ancora una volta – incredibile ma vero – l’Italia in due.

“I luoghi comuni, la pandemia sembra acuirli e in qualche caso rovesciarli. Preferisco sorvolare sulla mia personale polemica con Feltri e Giordano, che sfocerà in un giudizio (attore con me il Senatore Sandro Ruotolo) con il patrocinio dell’Avv. Barra Caracciolo. Dico solo che ogni sentimento divisivo in questo momento rappresenta un vero e proprio attentato e va combattuto con ogni mezzo: o ci salviamo tutti o non si salva nessuno”.

Sorge spontaneo chiedersi e chiedere al nostro scrittore, di cosa abbiamo bisogno per ripartire: “Sicuramente cautela. Mi raccomando. Il virus, che pure da noi è arrivato in modo molto lieve, è sopito ma non sconfitto. Quindi, attenzione al rompete le righe senza se e senza ma”.

Per fortuna, nel cuore degli uomini, albergano ancora passioni in grado di unire e mai separare. Passioni sane, vissute con bontà d’animo e sete di sapere. “Ripartiamo dai libri. Ci credo veramente” – conclude Maurizio.

Dettagli
Cerca Evento