Un tuffo nel mare di Ischia

I consigli per trascorrere una giornata fra le spiagge più incantevoli dell’isola

Non solo terme ma anche tanto mare. Stiamo parlando di Ischia, splendida Isola ad un’ora da Napoli ma che conserva tutto il fascino del suo mare. Da sempre legata in maniera indissolubile alle sue acque – testimonianza raccolta grazie al suo Museo del Mare, inaugurato nel 1996, a due passi dal Castello Aragonese – impossibile non conoscere le sue spiagge, i suoi angoli di paradiso, spesso nascosti ma ugualmente pieni di fascino.

Partendo da Ischia Porto, ci si dirige verso la litoranea che porta a Lacco Ameno, passando per Casamicciola. Proprio qui troviamo la Spiaggia della Marina: comoda, a pochi metri dal centro e che non risente della vicinanza con il porto grazie al lungo braccio del molo. Si arriva a Lacco Ameno ed è impossibile non notare uno dei suoi segni distintivi: il Fungo. Nelle sue vicinanze c’è la spiaggia, sita in pieno centro.

Si prosegue in direzione Forio ed eccoci alla prima vera perla ischitana: la baia del Negombo. Qui troviamo la spiaggia di San Montano, che ha l’opportunità di godere delle acque termali. La sua baia conferisce al posto un aspetto tropicale, davvero invidiabile.

Superata l’oasi del Negombo, arriviamo alla Baia di San Francesco: un trittico di spiagge incantevoli da cui si può osservare una della chiese più caratteristiche dell’isola, la Chiesa del Soccorso di Forio, praticamente a picco sul mare. Un trittico di spiagge in cui immergersi in acque limpide, come la spiaggia di San Francesco, la spiaggia del Fortino e la spiaggia della Chiaia, quest’ultima molto comoda da raggiungere perché a pochi passi dal centro di Forio, molto frequentata dalle famiglie.

Ci spostiamo in direzione Panza: superati i Giardini della Mortella, troviamo la spiaggia di Cava dell’Isola, completamente libera ma abbastanza impegnativa da raggiungere a piedi, attraverso circa 200 scalini. Ed eccoci ad un’altra perla, come la Spiaggia di Citara, così chiamata in onore di Venere Citera, dea della bellezza: folta presenza di lidi a causa anche dell’immediata vicinanza ai giardini Poseidon. Centro di racconti e storie leggendarie, qui la mitologia ruba lo spazio al paesaggio, nonostante la presenza dello scoglio della Nave, che emerge maestoso a meno di 100 metri dalla costa. L’intera baia è protetta da Punta Imperatore, che la protegge dai venti più fastidiosi.

Arriviamo a Serrara Fontana e ci spingiamo fino alla punta estrema a sud dell’isola, dove troviamo forse l’angolo più bello e caratteristico dell’isola, come Sant’Angelo. Sotto al borgo, costituito da simpatiche casette colorate che digradano su di un piccolo porto, sorge la piccola spiaggetta, dalla sabbia soffice e dorata, in un ambiente raffinato, elegante e tranquillo,  molto frequentato dai proprietari di yacht e diventata negli anni luogo di vero connubio tra lusso e natura. Fantastiche le sue acque, cristalline e trasparenti, risaltate dal fondale sabbioso, adatto anche ai bambini.

Il viaggio attraverso le spiagge più affascinanti dell’isola di Ischia si chiude con Barrano d’Ischia, con i Maronti, la spiaggia più estesa dell’isola. Posto ideale per un bagno, per una cena romantica in uno dei tanti ristorantini sul mare, o meglio ancora per venirci in vacanza scegliendo uno degli alberghi che si affacciano sulla baia, per una vacanza in perfetto connubio tra natura, spiaggia e relax.

Non solo terme e mondanità: l’isola di Ischia, con queste perle, è riconosciuta come una fra le tante isole più belle del mondo. 

Foto
Dettagli
Cerca Evento