Da Vico Equense a Conca, le spiagge da non perdere

L’estate è arrivata e noi vi consigliamo una serie di perle dove fare assolutamente il bagno

L’anno scorso, per la chiusura dell’estate vi suggerimmo 5 cinque spiagge, sparse in costiera amalfitana, per chiudere l’estate in totale relax. Quest’anno giochiamo d’anticipo e vi accompagniamo lungo le costiere sorrentine e amalfitane, alla scoperta di spiagge, lidi, conche non sempre famosissime ma ideali per una bagno in completo relax ed in acque limpide.

Il nostro tour parte da Vico Equense, il borgo sul mare vero biglietto da visita della costiera sorrentina. La spiaggia è conosciuta come “lo Sporting” perché sormontata dall’omonimo hotel. Per raggiungerla bisogna lasciare l’auto al centro di Vico e passare proprio attraverso le scale prima e l’ascensore poi della struttura alberghiera. Il tutto dietro pagamento di un “biglietto” di ingresso. La spiaggia è in ciottoli e proprio perché in parte occupata dal lido dell’hotel, è ben tenuta ed organizzata con tutti i servizi. Essendo a pagamento, il percorso per raggiungerl, la spiaggia non è mai caotica, molto spaziosa e permette di godere della pace e della bellezza del mare. Ideale per le famiglie, perché di facile accesso anche se non economicamente vantaggiosissima.

Se il vantaggio economico è la vostra prima peculiarità, vi accontentiamo con altre proposte accomunate tutte da un mare cristallino. Siamo a Massa Lubrense, ultimo comune della penisola sorrentina, dove Punta Campanella fa da spartiacque di panorami e colori. Scendiamo a Marina del Cantone, a Nerano, lasciamo l’auto al parcheggio e attraversando un sentiero per circa 10 minuti, con una scalinata finale di 80 gradini, tra macchia mediterranea e splendidi affacci si arriva a Recommone. Una piccola baia di circa 60 metri, incastonata tra rocce calcaree che formano grotte marine in grado di regalare colori al mare unici e spettacolari. La spiaggia non è attrezzata ma alla sinistra della baia sorge un piccolo complesso turistico che offre servizi e ristorazione.

Scavalchiamo la collina, entriamo nella provincia di Salerno verso la costiera amalfitana, qui le spiagge sono ancora più difficili da raggiungere, la costa è alta e i sentieri poco agevoli per bambini e famigliole quindi abbiamo optato per spiagge con “tasso di fruibilità” più alto. Tralasciando quelle più difficili da scoprire, nonostante siano delle vere e proprie perle. Non può mancare nel nostro tour, il Fiordo di Furore. Ci fa da preambolo il ponte che dà da un lato sulla spiaggia sottostante la SS Amalfitana e dall’altro sull’immenso blu del Tirreno. La spiaggia la sia raggiunge attraverso una scalinata scavata nelal roccia che attraversa il borgo marinaro e le piccole case dei pescatori chiamate monazeni. La spiaggia in ciottoli è bene servita dal vicino ristorante che oltre a preparare succulenti piatti della tradizione marinara offre ombrelloni e sdraio. La spiaggia si incunea nel vallone retrostante, solcato da un ruscello che un tempo dava vita ai mulini che ancora resistono nello stupendo paesaggio che si arrampica verso il borgo di Furore. La spiaggia non è sempre completamente soleggiata se non nelle ore centrali, questo rende ancora più piacevole e rilassante la sosta in connubio alla frescura della folta vegetazione.

Proseguendo sulla statale Amalfitana, tra Furore e Praiano troviamo la marina di Praia. Comodamente raggiungibile in auto, la spiaggia è in ciottoli con mare cristallino, molto ampia e facile da trovare è l’ideale per le famiglie anche se nei periodi di alta stagione è spesso eccessivamente frequentata. I servizi essenziali sono forniti dai numerosi ristorantini presenti in questa conca naturale.

Rimaniamo in costiera amalfitana e raggiungiamo Conca dei Marini. La Marina di Conca è una di quelle spiagge che è impossibile non ammirare in costiera. Rilassante e spettacolare allo stresso tempo, la spiaggia la si raggiunge, come di consuetudine, con una scalinata che parte dalla strada, attraversando il borgo e la macchia mediterranea. La spiaggia in ciottoli vanta uno specchio d’acqua cristallino e tranquillo, mentre i servizi essenziali sono curati da alcuni ristorantini. Qui il relax la fa da padrone anche se il sole va via nel primo pomeriggio.

Le spiagge da descrivere e da consigliarvi sono ancora tante, per adesso ci fermiamo qui, prossima tappa il Cilento…


Cerca Evento