Villino Casciaro, emblema del Liberty al Vomero

Costruito per volere di Alfredo Dusmet de Smours tra il 1908 e il 1910

Lontano dalla sua attuale – e per troppi versi degradante – veste di ‘centro commerciale a cielo aperto’, il Vomero si offre agli occhi dei passanti come vero e proprio teatro dell’architettura Liberty a Napoli. L’esempio più noto, nel pieno cuore del quartiere, all’angolo tra via Francesco Solimena e via Luca Giordano, è probabilmente il Villino Casciaro, costruito su due piani e con giardino circostante per volere di Alfredo Dusmet de Smours tra il 1908 e il 1910, in un periodo di grande vivacità edilizia per la città.

Dusmet fu il primo proprietario dell’immobile, venduto nel 1916 al grande pittore napoletano Giuseppe Casciaro (1863-1941), interprete di primo piano del paesaggismo napoletano a cavallo tra la fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento, che ne fece il proprio atelier e al quale è oggi dedicata una targa affissa sull’edificio.

L’eccellente stato di conservazione odierno concede di ammirare il mix tra le forme del Liberty e neorinascimentali sulla doppia facciata angolare prospiciente la strada, interamente intonacata di rosso e impreziosita al pian terreno dalla sinuosa copertura dell’ingresso in ferro battuto e vetrate colorate, da inserti maiolicati negli angoli delle finestre a trabeazione lineare e da decorazioni e protomi scultoree sul muro maestro. Il piano superiore, invece, si distingue immediatamente dall’inferiore per i suoi balconi ad archi a tutto sesto su semi-colonnine e per il fregio continuo che corre sotto al cornicione, decorato con motivi vegetali e fitomorfi, nel pieno rispetto delle tendenze dell’Art Nouveau.

Ma il villino non è il solo esempio di Liberty di quest’area. Lungo la stessa via Luca Giordano, infatti, alzando il naso, è possibile apprezzare anche altri eleganti esempi di architettura primonovecentesca dalle forme raffinate e sinuose, scampate fortunatamente al logorio inarrestabile del tempo, questa volta – è bene a volte sottolinearlo – grazie anche alle iniziative manutentive dei rispettivi proprietari e condomini.

Dettagli
Cerca Evento