Procida Capitale Italiana della Cultura 2022

L’isola ha la meglio sulle altre 9 finaliste. L’annuncio di Franceschini

Procida è la Capitale italiana della cultura per l’anno 2022. E’ stata proclamata da una giuria presieduta dal prof. Stefano Baia Curioni dopo l’esame dei 10 progetti presentati dalle città che si sono candidate.

La designazione si è svolta alla presenza del Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Dario Franceschini. Si erano proposte: Ancona, Bari, Cerveteri, L’Aquila, Pieve di Soligo (Treviso), Taranto, Trapani, Verbania Lago Maggiore e Volterra.

Franceschini, segnale per ripresa e futuro. “E’ un anno complicato per tutti, stiamo cercando di sostenere in ogni modo le attività culturali e turistiche e la designazione oggi della capitale italiana della cultura per il 2022 è un segnale per il futuro, la ripresa. Nel 2022 saremo tornati alla normalità e la cultura e il turismo torneranno importanti e fortissimi come lo erano prima della pandemia”, ha detto il ministro per i Beni Culturali e il Turismo Dario Franceschini aprendo la cerimonia della proclamazione tra le 10 città candidate. Il ministro, che ha fatto i complimenti a Procida e al sindaco che era in collegamento, ha sottolineato come “l’ideazione della capitale italiana della cultura che risale al 2014, determina un percorso di valorizzazione di tutte le città al di là della vincitrice, mettendo in moto un meccanismo virtuoso e attrattivo, come per i candidati all’Oscar”.

Amendola, enorme opportunità per l’isola “Complimenti al sindaco Ambrosino”. “Grandissima gioia. Procida è la capitale italiana della cultura 2022. Un’enorme opportunità per l’isola e per la Campania. Complimenti al sindaco Ambrosino”. Lo scrive su Facebook il ministro per gli Affari europei Enzo Amendola.

LEGGI ANCHE: TERRA MURATA QUEL CARCERE CHE A PROCIDA GUARDAVA IL MARE

Vincenzo De Luca (Presidente Regione Campania). “Esprimiamo la nostra gioia e la grande soddisfazione per la scelta di Procida come Capitale italiana della Cultura 2022. L’isola di Procida è uno dei luoghi più suggestivi e caratteristici della Campania per le bellezze ambientali, per la sua storia e le sue storie, per i suoi borghi e le sue spiagge. E’ un luogo assolutamente affascinante che sottolinea le molte bellezze della nostra terra”. Così, in una nota, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. “Ha vinto un progetto bellissimo, di valorizzazione dell’isola e della Campania, a cui Regione e Comune hanno creduto. E’ un’occasione straordinaria di proiezione della nostra Regione sul piano internazionale sulla scia del grande successo delle Universiadi 2019 – sottolinea – Presenteremo nei prossimi giorni i contenuti del progetto”.

LEGGI ANCHE: IL MUSEO DELLA GRAZIELLA

Dino Ambrosino (sindaco di Procida). “E’ una enorme gioia, Procida è metafora di tante comunità che hanno riscoperto entusiasmo ed orgoglio per i propri territori e vogliono riscattare le proprie terre. Siamo certi che la cultura possa essere un detonatore del piano strategico di rilancio del paese”. Così il sindaco di Procida, Dino Ambrosino, ha commentato la proclamazione dell’isola capitale italiana della cultura per l’anno 2022. E’ una occasione straordinaria per una piccola isola, lavoreremo sodo per rendere l’Italia orgogliosa di questa scelta”, ha aggiunto.

Mario Casillo (capogruppo Pd Regione Campania). “Iniziamo la settimana con una bellissima notizia Procida Capitale Italiana della Cultura 2022! Vince l’isola, vince la Campania. Una straordinaria opportunità di crescita per tutti noi” – è quanto scrive su Facebook Mario Casillo, capogruppo del Pd in Regione Campania.

LEGGI ANCHE: LA CHIESA DI SANTA MARIA DELLA PIETA’ DI PROCIDA

Ciro Buonajuto (sindaco di Ercolano). “Procida Capitale Italiana della Cultura 2022. La cultura non isola, anzi, rafforza ancora di più il territorio. E’ la vittoria di una delle bellezze della nostra Regione, ma allo stesso tempo è un po’ la vittoria di ognuno di noi. Turismo, cultura e legalità oggi più che mai per sviluppare un indotto sociale ed economico in grado di rilanciare l’intera Campania e il Mezzogiorno”.

LEGGI ANCHE: LA LINGUA DI PROCIDA

Dettagli
Cerca Evento