Il Fuocoallegro di Casa Setaro vince “Best in show”

L’unico vino della Campania, tra i migliori 50 del mondo

Il Fuocoallegro 2019 della cantina Casa Setaro è tra i 50 migliori vini del mondo. L’etichetta vesuviana si guadagna alla seconda annata di vita il prestigioso riconoscimento “Best in show” ai Decanter World Wine Awards. Sul podio anche Aryete 2019 Caprettone  91/100.

È la prima volta che un’azienda vesuviana riceve questo riconoscimento, un doppio motivo di orgoglio per la famiglia Setaro che si impegna da generazioni a valorizzare la viticoltura vesuviana e le potenzialità del Vesuvio. 

Non a caso proprio questa etichetta che graficamente mostra un pettirosso, uccellino simbolo di resistenza e rinascita, ma soprattutto di buon auspicio, conquista il più importante dei premi del settore enologico mondiale. 

A dirlo è uno dei più autorevoli premi internazionali, il Decanter World Wine Awards, che ha assegnato a questa punta di diamante della cantina di Massimo Setaro 97 punti e l’ambitissimo riconoscimento “Best in Show”. 

Il titolo viene assegnato solo a 50 vini tra quelli già insigniti delle medaglie di platino e a seguito di un’ulteriore degustazione fatta solo ed esclusivamente dai co-presidenti del premio: i “Best in show”, quindi, rappresentano il meglio del meglio dei premiati dell’anno. A giudicarli, 116 esperti giudici, tra cui 37 Masters of Wine e nove Master Sommelier, che quest’anno hanno degustato e discusso i meriti di quasi 17mila vini provenienti da 56 paesi.

“Siamo davvero entusiasti di questo risultato – commenta il produttore Massimo Setaro –. Per l’Italia solo 7 vini, tra cui il nostro, hanno ricevuto il “Best in show”, per il Sud noi e un vino calabrese. L’impegno a la dedizione della nostra cantina e di tutti i nostri collaboratori è stato quindi ben ricompensato. Ma non è un traguardo, è una conferma della strada da percorrere. Questo è un premio estremamente importante, i Decanter World Wine Awards aiutano davvero i produttori ad aumentare il proprio profilo a livello internazionale e, dopo il forte caos creato dalla pandemia, speriamo possa cambiare un po’ la situazione”. 

Un risultato che racconta anche una Campania diversa, che sa emergere anche con i vini rossi e non solo con quelli a bacca bianca. La rivista inglese Decanter è fra le più autorevoli del mondo del vino, e da 17 anni organizza anche il Decanter World Wine Awards per stabilire quali siano i migliori vini dell’anno.

Dettagli
Cerca Evento