Corto e a capo 2021: il domani migliore!

La settima edizione in programma dal 18 al 24 agosto nelle province di Benevento e Avellino

Settima edizione per la rassegna “Corto e a capo – Premio Mario Puzo” quest’anno dedicata a “Il domani Migliore”. La manifestazione è in programma dal 18 al 24 agosto 2021.

L’evento è organizzato dall’Associazione di Cultura Cinematografica Daena APS, in collaborazione con la Regione Campania e Campania Film Commission e con il patrocinio del Comune di Venticano, Provincia di Avellino, Ente Turismo Provincia di Avellino.

“Il domani migliore non è qualcosa che arriverà, il domani migliore è adesso, qualcosa che c’è, che si avverte, che bisogna seguire, scoprire e poi averne cura”. Così presenta il direttore artistico Umberto Rinaldi il tema della VII Edizione che si svolgerà nelle provincie di Benevento e Avellino.

Questa edizione vede aggiungersi a Montemiletto, Venticano e Trevico, anche Castelvetere sul Calore e Colle Sannita. Un Festival del Cinema delle Aree Interne e fa rete con associazioni locali (pro loco e amministrazioni comunali) con l’obiettivo di rendere le periferie centrali grazie al cinema: “siamo felici di vedere che il nostro spazio si sta ampliando – continua il direttore – e che i compagni di viaggio sono sempre più presenti, attivi, uniti e partecipativi. Il domani migliore può partire anche con il raggio di luce di un proiettore, che inizia a scrivere una storia nuova, diversa, promettente, fatta di tanti fotogrammi, che si chiamano oggi e che ognuno di noi può rendere migliori”.

CEAC – Premio Mario Puzo dalla sua prima edizione ha sempre cercato storie e produzioni capaci di raccontare in modo originale temi legati al sociale. “L’idea è quella che il cinema può contribuire al benessere psicologico e sociale delle persone – afferma Umberto Rinaldi – per questo il premio Immaginale è per noi uno dei momenti più importanti del festival. Negli anni è stato affiancato da altre sezioni: scolastica, lungometraggi, documentari e il premio relativo a cura di Slow Food è perfettamente in linea con l’associazione fondata da Carlo Petrini”.

Nucleo di CEAC – Premio Mario Puzo è il concorso che ogni anno ci entusiasma con centinaia di opere che arrivano da tutto il mondo. Lavori capaci di toccare tutte le corde tanto della ragione che del sentimento. Sono 62 quelle selezionate e in concorso, divise in otto sezioni che verranno proposte durante le giornate del Festival in diversi blocchi: mattutini, pomeridiani e serali.

Il Festival si apre mercoledì 18 agosto con una dedica a Pierpaolo Pasolini – sua la citazione del nostro “domani migliore”. Sarà la libreria Naima/Ludovico Van a Montemiletto ad accogliere la proiezione del film “Nel paese di temporali e primule”, un documentario di Andrea D’Ambrosio, preceduto da una introduzione sul periodo friulano dell’autore a cura dello stesso D’Ambrosio con Paolo Speranza (autore) e Alessia Magliacane (ricercatrice universitaria).

Giovedì 19 e venerdì 20 di agosto appuntamento a Castelvetere sul Calore e Colle Sannita. Il primo ospiterà nel centro storico, con la collaborazione del Comune, le proiezioni e la presentazione di opere in concorso e non, mentre Colle Sannita, grazie alla Pro Loco, la proiezione di uno dei laboratori del “Il domani migliore” realizzato con i ragazzi del luogo. Sarà presente l’attore Gianni Parisi, sugli schermi ultimamente come Levante in Gomorra, Parisi presenterà il suo percorso artistico con lo spettacolo “Da Ponente a Levante”.

Sabato 21 agosto come di consueto, ci sarà una serata dedicata alla musica. Alla Cavea di Venticano si esibirà il fisarmonicista di fama internazionale Carmine Ioanna che sarà accompagnato dalle letture dell’attrice Amanda Sandrelli su testi de Il Tango del Marinaio di Mario Delgado Aparaìn.

Domenica 22 agosto la proiezione a Mirabella del film “Cosa sarà” di Francesco Bruni, presente in sala, vincitore di due Nastri d’Argento e in nomination ai David di Donatello. Il film è una domanda aperta sul domani alla quale ognuno potrà dare la sua risposta. Sarà proprio Francesco Bruni a ricevere il Premio Mario Puzo in una serata che vedrà la partecipazione dell’attrice Sandra Milo, vincitrice da pochi mesi del David di Donatello alla carriera. Sandra Milo ci offrirà un nuovo sguardo sul suo percorso politico, umano e della sua fortunata stagione cinematografica con autori come Fellini, Rossellini, Gregoretti e Risi.

Lunedì 23 agosto a Trevico, l’omaggio a Ettore Scola nel suo paese natio con proiezioni e incontri in collaborazione con l’associazione Irpinia Mia.

Martedì 24 la chiusura della VI Edizione con Michele Placido in “Serata d’onore” un recital/racconto, un dialogo tra artista e spettatori. Placido interpreterà poesie e monologhi di grandi personaggi come Dante, Neruda… e i versi dei più importanti poeti e scrittori napoletani come Di Giacomo, Viviani, Eduardo. Con lui in questo viaggio poetico musicale Gianluigi Esposito (voce e chitarra) e Antonio Saturno (mandolino e chitarra) con le più belle canzoni classiche napoletane.

CEAC – Premio Mario Puzo si caratterizza anche per i laboratori di documentario partecipato. I laboratori sono realizzati all’interno di workshop svolti durante il festival, che declineranno in vari modi il tema Il Domani migliore insieme alla sezione “Irpinia Carpet“, uno spazio non competitivo che si contrappone al più mondano red Carpet per dare spazio ad autori e artisti del luogo. Tra le varie partnership di cui siamo orgogliosi, c’è quella con l’associazione “Artefatti“, che sarà attiva per le serate del 21 e 22 agosto, con l’allestimento di uno spazio espositivo nel giardino antistante la Cavea di Venticano. Mentre la Libreria Naima curerà delle presentazioni di libri a Montemiletto nella fascia preserale delle 18.30. Corto e a Capo – Premio Mario Puzo è sostenuto dalla Regione Campania e dalla Campania Film Commission e ha il patrocinio del Comune di Venticano, della Provincia di Avellino, del Consiglio regionale della Campania e dell’Ente Provinciale per il turismo di Avellino.

Prenotazioni, orari dei singoli eventi: http://www.cortoeacapo.it/

Corto e a capo è nato nel 2015 con l’obiettivo di diffondere la cultura cinematografica attraverso proiezioni e incontri con autori, attori e protagonisti del cinema, privilegiando quelle figure che si muovono al di fuori dei circuiti ufficiali e dei canali classici di fruizione. Si svolge in paesi della provincia irpina dove spesso diviene l’unica possibilità di entrare in contatto con le opere cinematografiche senza doversi spostare. Ogni anno Corto e a capo ha un tema specifico, intorno al quale viene costruita tutta l’edizione tra cinema, musica, incontri con ospiti, libri e documentari partecipati.

Dettagli
Cerca Evento